social



http://peccati-di-penna.blogspot.it/    http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/le-recensioni-di-peccati-di-penna.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Segnalazioni           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/elenco-interviste.html          http://peccati-di-penna.blogspot.it/search/label/Blog%20Tour           http://peccati-di-penna.blogspot.it/p/info.html

Post recenti

Clicca sul banner per andare ai GIVEAWAY dell'anniversario!
https://i.pinimg.com/originals/24/30/32/243032bb044d61a2bd5f0c9614bf779f.jpg

9 aprile 2015

RECENSIONE - Affari d'amore di Patrizia Violi

TITOLO: Affari d'amore 
AUTORE
: Patrizia Violi
EDITORE: Emma Books
 
Affari d’amore torna sul tema cuore-ragione, affari di cuore e affari e basta. Un romanzo che in chiave scherzosa e leggera, ma anche cinica, cerca di trasmettere l’erroneità di certe scelte.

Affari d’amore narra di tre generazioni di donne disposte a tutto pur di vivere nel lusso. La nonna, Beatrice, capo di questa associazione a delinquere che manovra da sempre la figlia Isabella, ex modella ora mantenuta da un ricco e gretto fidanzato; e Angelica, la nipote prediletta, accasata con un uomo che ha il doppio dei suoi anni ma un bel conto in banca.  
 
Angelica è la protagonista anche se si alterna ai punti di vista delle due più anziane donne ed è proprio lei che ritrova la sanità, che capisce quanto sia sbagliato darsi per soldi, e come un rapporto d’amore e sesso diventi disgustoso quando sottoposto a pressioni e a mera venalità. 
Talvolta, anche le amicizie non riescono a sostenere il peso di tale discutibile scelta di vita, quella di essere delle parassite per sopravvivere in tempi di crisi.
«Lei è un ladro!»
«E lei una pazza isterica, se non ha i soldi mi tengo la bici e torni quando li ha trovati.»
«Posso pagare io» intervenne Angelica.
Marta si voltò verso di lei come una furia. «Certo, tu sei ricca! Ti sei arricchita dandola via con la fionda.»
Il negoziante guardò Angelica che impallidì, paralizzata dall’aggressività dell’amica.
Marta continuò a urlarle contro. «Mi fa schifo la tua generosità, non voglio i tuoi soldi!» 
Angelica, in pratica, è una bambola da usare per la sua bellezza ma accontentata in tutto e per tutto; non le manca nulla… nulla a parte la felicità e il vero amore. Un giorno, però, le cose cambiano e una semplice chiacchierata risveglia la ragazza che finalmente si sente a suo agio, apprezzata e intrigata dal nuovo feeling nato con il suo inaspettato corteggiatore.

Una serie di grottesche situazioni faranno arrivare all’epilogo che non renderà tutti felici.
Il romanzo non è completamente romance, in quanto la storia d'amore vera e propria è messa in secondo piano per far spazio alle "particolari" dinamiche sociali alla base di Affari d'amore ma non è un difetto, semplicemente una peculiarità che differenzia l'opera dalla narrativa di tal genere.

La scrittura di Patrizia Violi è molto scorrevole, fluidissima e semplice. Una lettura molto gradevole e che si consuma in poco tempo.
Può sembrare un romanzo frivolo ma se letto tra le righe, nasconde di più.

 ❤❤❤❤

TRAMA

Tre generazioni di donne disposte a tutto pur di vivere nel lusso. La nonna, Beatrice, reginetta di bellezza d'antan, è la matriarca che con il suo carattere volitivo e cinico detta legge. Ha addomesticato figlia e nipoti al credo di famiglia: meglio non lavorare ma cercare uomini sponsor. Isabella, la figlia, ex modella, è mantenuta da un ricco e gretto fidanzato che sopporta a stento. Mentre Angelica, la nipote prediletta, si è accasata con un uomo che ha il doppio dei suoi anni ma un bel conto in banca. Poi c'è Viola, la sorellina di sedici anni che arrotonda mettendo foto hard sul web. Ma questa ditta di belle senz'anima rischia il collasso quando irrompe un elemento destabilizzante: l'amore. Per la prima volta Angelica prova sensazioni mai sperimentate e pensa finalmente di ribellarsi alle squallide regole di famiglia. Il suo cuore congelato comincia a sciogliersi per Luca, un barista bello, giovane e spiantato. Uno scandalo per mamma e nonna, che non tollerano questo sciagurato cambiamento di rotta, perché sanno che il potere delle emozioni è pericoloso e ingovernabile. Per questo tentano in ogni modo di riportarla sulla "retta" via. Vinceranno le ragioni del cuore o quelle del portafoglio? Angelica abdicherà nel nome dell'interesse famigliare o si toglierà gli anelli di Pomellato per preparare insalate nel bar di Luca, il suo primo, vero grande amore?

2 commenti:

I vostri commenti sono la linfa vitale del blog, lasciate un segno ツ